Immune Cell XQuesto mutamento ultraprotettivo può svolgere un ruolo chiave nella malattia autoimmune.

Gli scienziati hanno scoperto una misteriosa popolazione di cellule precedentemente sconosciute in agguato nel corpo umano, secondo un nuovo studio.

Il nuovo enigmatico tipo di cellula, chiamato cellula immunitaria X, è un mutamento che può agire come altri due tipi di cellule. Questa cellula ibrida canaglia può scatenare il diabete di tipo 1.

Gli scienziati hanno a lungo creduto che cellule ibride come queste non potessero esistere. La popolazione di queste cellule è probabilmente minuscola; forse meno di 7 su 10.000 globuli bianchi, ha affermato il coautore dello studio Abdel-Rahim A. Hamad, professore associato di patologia presso la Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora.

Ma possono svolgere un ruolo fuori misura nello sviluppo dell’autoimmunità.

“Sono molto rari, ma pensiamo che siano molto potenti”, ha detto Hamad a Live Science.

Cascata immunitaria

Normalmente, i globuli bianchi pattugliano il corpo, inghiottendo invasori stranieri come batteri o virus. Dopo aver digerito questi invasori in piccoli frammenti, il globulo bianco mostra uno di questi frammenti digeriti, o l’antigene, sulla sua superficie cellulare.

Due tipi di globuli bianchi – cellule B e T – sono strumenti incredibilmente potenti nell’arsenale del sistema immunitario. Le cellule B producono miliardi di anticorpi individualizzati, che si legano in modo univoco a antigeni specifici.

Le cellule T killer distruggono le cellule che mostrano antigeni specifici ed entrambe le cellule B e T possono attivarsi a vicenda, creando un potente circuito di feedback.

La chiave di tutti questi processi è una proteina speciale trovata sulla superficie esterna delle cellule immunitarie, chiamata il principale complesso di istocompatibilità (MHC), che è l’attracco dell’antigene. Le cellule B legano l’antigene all’MHC e i recettori sulle cellule T quindi legano questo complesso antigene MHC e attivano le cellule T.

Nelle malattie autoimmuni, questo processo viene corrotto e le cellule del corpo vengono scambiate per nemici stranieri. Nel diabete di tipo 1, il sistema immunitario distrugge senza sosta le cellule beta nel pancreas che producono l’insulina ormonale. Senza insulina, il corpo non può usare l’energia nel cibo e una persona alla fine morirà.

Ma cosa scatena inizialmente questo attacco e come diventa inarrestabile? I lavori passati hanno suggerito che il corpo vede in qualche modo la molecola di insulina stessa come estranea e che innesca il diabete di tipo 1. E le persone ad alto rischio di malattia spesso producono versioni leggermente diverse delle proteine ​​MHC.

Ma quello era un enigma, perché l’insulina non si lega bene a queste versioni ad alto rischio dell’MHC, il che significa che teoricamente non dovrebbe innescare un forte attacco autoimmune, ha detto Hamad.

Segue su livescience (https://www.livescience.com/rogue-hybrid-cell-triggers-type-1-diabetes.html)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name *